Il blog di ParsifalDesign
Questo blog racconta la nostra esperienza fatta di ascolto, analisi, partecipazione alle conversazioni, iniziative creative e campagne relazionali.
10 Febbraio 2016

Una legge contro lo spreco alimentare. La Francia obbliga i supermercati a donare il cibo avanzato.

Otto milioni di tonnellate di cibo in meno nel cestino ogni anno. É questo l’obbiettivo della ‘legge contro lo spreco alimentare’ approvata lo scorso  4 febbraio in Francia, che trasforma in reato gettare cibo ancora utilizzabile. I supermercati sopra i 400 metri quadrati ora saranno obbligati a donare gli alimenti ormai prossimi alla scadenza e non più vendibili ad organizzazioni caritatevoli. Chi non rispetta questo obbligo può venir punito con una multa fino ai 75 mila euro o addirittura con due anni di reclusione.

Pratiche che dovrebbero tramutarsi in un aiuto concreto per i quasi 3,5 milioni di cittadini poveri francesi che usufruiscono quotidianamente di mense gratuite. Questa legge incentiva poi l’utilizzo delle ‘doggy bag’ nei ristoranti e seminari contro lo spreco alimentare da introdurre nelle scuole.

La Francia è il primo paese al mondo ad adottare una legge in materia, e si tratta di un importante passo in avanti verso una grande rivoluzione culturale. In Italia la proposta di legge ‘Spreco Zero’ è invece in discussione da aprile in Parlamento ed entro il 2016 si dovrebbero vedere i primi risultati. Una presa di coscienza che quindi si auspica possa coinvolgere presto anche il resto dell’Unione Europea, dove ogni anno in totale si gettano 90 milioni di tonnellate di cibo.

Una questione quella dello spreco alimentare che però non è solo di carattere etico ed umanitario, ma anche e soprattutto di carattere economico. A livello mondiale si calcola infatti in 1000 miliardi di dollari all’anno lo spropositato costo di questo cattivo consumo, senza contare l’impatto ambientale che quasi triplica la cifra. E un rapporto Ime  (Institution of Mechanical Engineers) ha calcolato circa due miliardi di tonnellate di alimenti commestibili, praticamente la metà di quelli prodotti, che finiscono nella pattumiera ogni anno e ha invocato un urgente cambio di mentalità. Una tematica quindi che è entrata sempre di più nella nostra attualità e che infatti ha riguardato anche il recente Expo di Milano. Un primo passo in avanti, per ora, in Francia è stato fatto. Ora si attende una risposta anche dal resto dell’Europa.

Luca Perin

IL LUOGO DELLE IDEE

Il nostro lavoro nasce qui, assieme alle nostre idee, in questo spazio stimolante e vitale che ci trasmette una gran voglia di pensare, inventare, creare.


I NOSTRI PARTNER